A Ferrara i Buskers non si fermano. Torna il Festival dell’arte di strada

Dal 26 al 30 agosto, con anteprima il 25 a Comacchio, si terrà la 33° edizione del Ferrara Buskers Festival.

La Rassegna Internazionale del Musicista di Strada, meglio nota con il nome di Ferrara Buskers Festival sarà in limited edition. Una versione del festival rivisitata e ridotta per poter far fronte alle limitazioni legate all’emergenza sanitaria.

Il festival che negli anni ha riunito decine di migliaia di persone intorno all’arte di strada non si arrende nemmeno in questo nefasto 2020, se avete voglia di ripercorrere un po’ le vecchie edizioni ecco a voi 2019, 2018, 2017.

Il 25 agosto la serata di anteprima riempirà Comacchio di musica con un concerto, alle 19.00, tra gli scenari suggestivi delle Saline e poi dalle 21.30 a mezzanotte nel centro della città sull’acqua, sui suggestivi canali della perla del Delta del Po.

Dal 26 al 30 agosto, le migliori 16 buskers band d’Europa selezionate tra oltre 700 gruppi si esibiranno a Ferrara dalle 20 a mezzanotte in vari posti del capoluogo estense: Giardino di Palazzo dei Diamanti, nel Cortile di Palazzo Crema, al Chiostro di San Paolo, nel Cortile del Castello Estense e nel Giardino di Palazzo Roverella.

Le persone potranno assistere agli spettacoli gratuitamente, ma solo dopo aver prenotato online sul sito ferrarabuskers.com

A differenza delle edizioni precedenti, per questa limited edition è possibile scoprire anticipatamente la line-up, suddivisa per giorni e luoghi.

Durante l’anteprima, il 25 agosto a Comacchio, potrete assistere ai concerti di Cosmonautix e Daiana Lou alla Manifattura dei Marinati, Tutto Good Trio ai Trepponti, Level Spaces e Beranger all’Arena Palazzo Bellini e Paolo Borghi Hang Player e Sissos al Retro Museo Delta Antico.

Nei giorni successivi, nelle varie location nel centro di Ferrara, si alterneranno diversi artisti, ogni giorno in un posto diverso come spiega molto bene la line-up sul sito.

AmbraMarie, Beranger, Cosmonautix, Daiana Lou, Enrico Cipollini Duo, Giorgia Job, Hot Club Du Nax, Level Spaces, Marco Sbarbati Duo, Paolo Borghi Hang Player, Rupert Kitchen Orchestra, Sissos, The Orange Beat, The Trouble Notes, Tribubu e Tutto Good Trio.

“È una grandissima festa, senza distinzioni di etnie o di generi musicali. Non ci sono divisioni né distanze. Sono davvero felice di aver suonato al Ferrara Buskers Festival”

Lucio Dalla

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: