Apolide, un festival immerso nella natura.

Nuova edizione per Apolide – fu Alpette – grande musica ma soprattutto 4 giorni di evasione dalla frenesia del mondo, immersi nella natura. Dal 19 al 22 luglio a Vialfrè, nei pressi di Torino.

Noi di The Festival’s Backpack amiamo particolarmente questo festival per una serie di ragioni. Per cominciare è il primo festival a cui abbiamo preso parte come progetto, il primo festival in cui abbiamo intervistato una band, che tra l’altro sarà presente anche quest’anno e noi non possiamo che esserne felici. E poi perché è un festival bellissimo!

Vialfrè è un paesino di 262 abitanti a pochi chilometri da Torino. L’area del festival è completamente immersa nel verde, lontana dal traffico, dallo smog, dalla fretta e dal lavoro.

Il festival esiste dal 2005, fino al 2013 era conosciuto con il nome di Alpette, perché si teneva nel comune di Alpette, dal 2014 il festival si è spostato nelle valli del Canavese cambiando anche il nome in Apolide.

La line up del festival è anche quest’anno molto variegata e suddivisa su tre palchi.

Il Main Stage per i concerti principali, con le band più importanti, il Boobs Stage che oltre alla musica ospiterà anche incontri, reading e presentazioni e il Soundwood Stage per chi ama l’elettronica e la sperimentazione sonora.

Il programma del festival, che trovate anche sul sito è l’incrocio tra band conosciute a livello nazionale ed internazionale e artisti locali, selezionati dall’organizzazione. Uno degli aspetti migliori del festival è quella di non cercare a tutti i costi nomi altisonanti ma di trovare proposte originali e interessanti.

Giovedì 19 luglio:
I Ministri,  Joan Thiele,  TECHNOIR, Yosh Whale, XÄNÄX PÄRTY, SabaSaba, Your Personal Santa Claus, Tutti I Colori Del Buio, Alice Binando.

Venerdì 20 luglio:
Alice Merton, MYSS KETA, Témé Tan, Populous djset, Andrea Poggio, KRANO, Grimm Grimm, Gianni Denitto, HEART of SNAKE, Lechuck, Federico Pianciola, Alessandro Nigro & Andrea Vietti, Gambo, Emiliano Comollo, Cipi, Whaat Else – RadioOhm feat. Giorgio Gamba + Marco Cairola + Daniele Fasano, Alice Binando, Matteo B Bianchi.

Sabato 21 luglio:
Samuel, Digitalism djset, Bianco, Bruno Belissimo, Dan Owen, C+C=Maxigross, Tobjah, Halleluja Mother Helpers, Tom Newton, Gambo, Andrea Passenger, Cristian Bevilacqua, Stay G, Paolo Locci, Alice Binando, Circo Luce, Andrea Pomella.

Domenica 22 luglio:
Dj gruff feat Gianluca Petrella, Indianizer, Hofame, Gambo, Simone Cerrotta aka Primitive, Paolo Locci, Alice Binando, Circo Luce.

Apolide - Eugenio di spalle

Appena fuori dall’area concerti c’è l’area camping, completamente gratuita, in mezzo al bosco, con tre aree diverse: Family camp per le famiglie, Quiet camp per chi a una certa vuol riposare e il Joongla camp per chi vuol ballare anche nel sacco a pelo.. Nell’area del festival, oltre ai palchi ci troverete il mercatino etnico, gli stand gastronomici e inoltre ci sarà un’area dedicata allo sport, all’acrobatica e alla giocoleria per sperimentarsi fin dal mattino in attesa di scatenarsi sotto palco. Per i meno atletici ci sarà ampio spazio per rilassarsi, sdraiati sugli ampi prati o cercando tra le offerte letterarie indipendenti qualcosa di interessante.

Il costo dell’abbonamento ai 4 giorni di festival è di, udite udite, 40 euro. 10 euro al giorno per cotanta offerta musicale.

 

 

 

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: