Fare l’amore e la paura coi Sick Tamburo al Covo – vedi le foto del concerto

Il tour di Paura e l’amore è partito da Bologna. I Sick Tamburo hanno presentato il nuovo album venerdì 26 di fronte a un locale gremito.

Il Covo club ha accolto il sudore, che come cantano gli stessi Sick Tamburo è necessario “L’amore, l’amore non c’è nulla senza l’amore; dolore, dolore, non c’è nulla senza il dolore; sudore, sudore, non c’è nulla senza il sudore”.

C’è stato tutto, tra il palco dove la band ha graffiato senza sosta chitarra e basso per presentare il nuovo disco, e il pubblico. Calcati tra le mura nere del Covo Club, per un’ora abbondante di concerto ci siamo sgolati cantando scoordinatamente e in modo stonato tutti brani. E badate bene, è uscito poso tempo fa, ve lo abbiamo presentato anche come disco della settimana.

Ma tra Baby Blu, Anche Tim Burton la sceglierà, Agnese non ci sta dentro e Puoi ancora si è creata come solito l’alchimia che i Sick tamburo sono soliti costruire in ogni loro live. Una breve incursione di un non meglio identificato chitarrista, salito sul palco per suonare un pezzo e disperdersi nel nulla ha scatenato a metà serata il pogo più violento che è stato mantenuto fino alla fine del concerto, quando per allentare gli animi a chiudere sono state snocciolate alcune perle degli album precenti come la fine della Chemio, che è diventata da un po’ la nostra canzone preferita.

Sarà che è la traduzione in musica del legame che si può percepire subito, quello di vicinanza e comprensione che Elisabetta e Gianmaria hanno fatto così punk. E poi ce lo avevano spiegato anche nell’intervista che avevamo fatto qualche giorno fa!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: