#TOgolist winter edition: i festival imperdibili di questo fine 2017

State già pensando a cosa fare il fantomatico ultimo giorno dell’anno? Mettete momentaneamente in standby la ricerca! Gli ultimi due mesi del 2017 hanno ancora in serbo diverse sorprese! I festival non vanno in letargo, ma si diradano lasciando spazio ad una selezione accurata. Piccolo consiglio: potete anche usarli come regalo di natale anticipato! Diversi i generi e le location, ma iniziamo subito a scoprirli!

Fino al 7 novembre a Torino vietato stare fermi: in diverse location della città si balla tutta la notte con la diciassettesima edizione di Club2Club. Le serate sono davvero tantissime e spaziano dai live a dj set attesissimi. Sopresa finale anche la doppia data di Nicolas Jaar e la presenza di The Black Madonna.

A fine novembre stessa città, ma non stesso mare: Torino cambia musica e passa a sonorità più morbide (solo all’apparenza), con la decima candelina di Jazz:Re:Found. Dal 29 novembre al 3 dicembre un ampio cartellone di jazz-re-found-festival-2017proposte jazz con una contaminazione contemporanea, che effettivamente fa tanto effetto-Torino. Tantissimi i nomi internazionali e nazionali: Monojazz, Goldie, JamesZoo, Andrea Passenger, Napoli Ensemple, Modena City Drum Ensemble, ma anche Casinò Royale. Attesissima anche la preview dell’evento prevista a Milano il 20 e 25 novembre con Azimuth e Thundecat.

Se passate per Milano non rimarrete a bocca asciutta nemmeno i giorni precedenti. Sempre jazz dal 2 al 12 novembre con il Jazzmi, giovanissimo festival alla sua seconda edizione, con proposte decisamente interessanti. L’onda jazz raggiunge poi tante città, e se siete appassionati avrete diverse scelte, o perché no, tutte. Anche in Emilia regna Bologna Jazz Festival, che fino al 19 novembre fu suonare diversi locali della città: Cantina Bentivoglio, Bravo Cafè, Auditorium e Binario 69 ospiteranno artisti come Tim Berne Snakoil, Binker & Moses, Ralph Towner Solo, Becca Stevens e tanti altri. Se vi trovate invece nella bella Roma, ecco che il jazz vi raggiunge dal 5 al 30 novembre con  tanti grandi nomi. Jazz is my religion, dice il sito del Roma Jazz Festival, e lo conferma con nomi come Adam Ben Ezra, Tigram Hamasyan, Giovanni Guidi e tantissimi altri.

Fermi tutti, non diamo per scontato niente, dopo questa carrellata monotematica concentriamoci su altri generi musicali. A Milano dal 21 e 26 novembre si terrà il Line Check Festival. Dietro il nome Music Meeting and Festival  l’obiettivo dei due giorni è creare un punto d’incontro tra l’industria musicale, la città e i fruitori con incontri, concerti e dj set. Negli stessi giorni, dal 22 al 26 novembre, si apre invece la prima edizione di Clubbers Conference; Bologna si trasformerà in una capitale della musica elettronica per sviluppare in un week end una nuova visione nel mondo del clubbin internazionale.

I festival giovani stanno sbocciando anche in centro Italia: di nuovo a Roma per la seconda edizione di Rome Psych Fest. Dal 17 al 19 novembre la movida capitolina con Liars, Andrea Laszlo de Simone, Lali Puna, Moon Duo e tanti altri al circolo arci Monk. E poi, per finire, sfatiamo questo mito che al mare d’inverno non ci si va se non per essere malinconici: arriva il decimo anniversario del festival Transimission X. Il 24, 25 e 26 novembre a Ravenna si balla in diversi spazi con Ulver + Bus De La Lum + Stian Westerhus + Tiresia, Lorenzo Senni + Robert Aiki Aubrey Lowe + Matteo Vallicelli + Daniel O’Sullivan e Love Theme + Adriano Zanni.

Ora, se volete potete anche pensare al 2018, ma avete tempo e arrivearanno i consigli anche per capodanno: carpe festival e ballate ancora su questi due mesi di fine anno.

 

 

 

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: