Disco della Settimana: Metropolis in my Head di MARTE

Al suo debutto in società, Martina Saladino, in arte MARTE, fa capire subito di che pasta è fatta. Un disco audace, forte con tutta l’anima del pop e delle influenze rock.

Metropolis in my head è l’album d’esordio di Martina Saladino, uscito il 4 dicembre scorso per Libellula.

L’album contiene 9 tracce, tutte cantate in inglese dalla potente voce di Martina che racconta, in questi brani, un po’ di sé e un po’ del mondo che la circonda.

Nell’album è condensata la biografia di MARTE e soprattutto la sua passione per i viaggi, la curiosità di conoscere il mondo. Ciò che più ha influenzato l’artista è sicuramente un viaggio di studio a New York, la metropoli, ma anche periodi passati in Irlanda e in Germani in cui già aveva iniziato ad esibirsi.

L’album, secondo la nostra lettura, ha determinanti influenze nel po-rock di fine anni ’90, Lene Marlin, Natalie Imbruglia, Ronan Keating ecc…ma interpreta in modo del tutto personale e con un piglio originale la propria musica.

L’album è stato registrato a Genova all’Unbox Studio e al Blackwave studio da Fulvio Masini e si apre con il pezzo Shallow Water, un brano sulla leggerezza, sul farsi trasportare dalle onde e non sommergere dai problemi.

Il disco si può suddividere in tre parti: una prima più intensa, non solo per gli arrangiamenti ma anche per il mood dei brani: Train in a glass, Run in e su tutte le potente e bellissima In vain.

Una seconda parte più tranquilla, che termina ed esplode in un brano piano e voce e che stupisce poi con il finale della title track, Metropolis in my head, che offre un parallelismo tra ciò che accade nella città e ciò che accade dentro di sé. L’album poi cresce in potenza, ritornando così su una chiusura decisamente carica con l’ultimo brano You won’t go.

Per vedere Marte dal vivo le occasioni sono tante:

18 gennaio – Genova – Tiger Spot

25 gennaio – Reggio Emilia – Catomestot

1 febbraio – Asti – Diavolo Rosso

15 febbraio – Milano – Terrazza Aperol

21 febbraio – Excalibur Pub – Chiavari

E se volete ascoltarvelo, prima di acquistarlo: Spotify: https://spoti.fi/2RES0rd

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: