Che la musica abbia inizio: ecco ArtRockMuseum V

Ci stavamo preoccupando: ancora nessun concertino all’orizzionte al cafè del Museo, appuntamento che aveva segnato le primavere degli anni scorsi. E invece possiamo tirare un sospiro di sollievo: ArtRockMuseum torna, e lo fa alla grande per questa quinta edizione!

ArtRockMuseumSuoni nuovi a Palazzo Pepoli, continua, grazie all’ideatore e direttore Pierfrancesco Pacoda, nell’intento di portare in uno spazio nuovo una selezione accurata del panorama musicale italiano fresco e attuale. E noi scopriremo ogni settimana qualche curiosità sugli ospiti con la rubrica “Una nota al museo”!
Penne alla mano quindi e segnate le date in agenda: dal 7 marzo al 18 aprile, per sette giovedì l’appuntamento è alle 19.30 alla Corte di Palazzo Pepoli.

Per chi ancora non ha partecipato a questi appuntamenti c’è da sapere che la formula non è proprio quella del live: assieme all’artista, Pacoda condurra un “concerto-conversazione”, un format originale tanto per la forma che per il set di svolgimento. L’ingresso è gratuito e il nostro consiglio è di raggiungere Palazzo Pepoli qualche manciata di minuti prima, scegliere un vino o una bevanda, gustarsi l’aperitivo e attendere l’inizio della serata.
Per circa due ore potrete gustare buona musica e una chiacchierata con l’artista per scoprire cosa sta “dietro” la musica.
Ma c’è di più: ArtRockMuseum Contest 2019, il concorso riservato ai giovani talenti musicali che si ripete dopo la prima edizione. Il concorso ha accolto le richieste di tantissimi artisti che hanno inviato le loro candidature per potersi esibire a Palazzo Pepoli.

Il 21 marzo scopriremo chi ha vinto il contest con le tre esibizioni previste. Ma è giunto il momento di scoprire il calendario: apripista sarà una giovanissima cantautrice modenese, Her Skin, che si esibirà il 7 marzo. A seguire gli appunatmenti prevedono la scoperta di GoGodiva, il nuovo album de La rappresentante di Lista, per passare poi a Campos, progetto di Simone Bettin e Davide Barbafiera. Letizia Cesarini sarà poi ospite in veste di Maria Antonietta per racconatre il nuovo album Deluderti, seguita a ruota dal cantautore calabro-bolognese (ormai adottato dalla città) Cimmini. A chiudere la rassegna una serata in cui sarà impossibile stare fermi: i Rumba de Bodas sono pronti a farci scoprire Super Power ballando, ballando, ballando!

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: