15 febbraio 2019, il ritorno di Avril Lavigne!

Il 15 febbraio, per la BMG Records, verrà pubblicato un album che segna il ritorno in pompa magna della vostra adolescenza. Un simbolo di ribellione per alcune, un sogno erotico per moltissimi.

Non che non abbia fatto altro dal 2002 in poi ma insomma, niente che ce la imprima nella memoria come il video di Complicated. Esatto, Avril Lavigne sta per pubblicare un nuovo album, a 6 anni di distanza dall’album omonimo, nonché l’ultimo pubblicato dalla cantante franco-canadese.

Siete pronti a sentirvi estremamente vecchi? Questo video è uscito all’incirca 17 anni fa! DICIASSETTE!!! Quando la musica la ascoltavamo su Mtv.

Ma dimenticatevi completamente le atmosfere pop-punk del primo album, Let Go. Head Above Water, questo il titolo del nuovo album, è introspettivo e ricco di atmosfere malinconiche. La stessa Avril lo descrive come: “personale, caro, introspettivo, drammatico, puro, potente, forte e inaspettato, una vera giostra di emozioni”.

L’artista 34enne è stata costretta a letto per cinque mesi circa a causa della malattia di Lyme che l’ha colpita nel 2014. Da questa terribile esperienza Avril ha tirato fuori 12 tracce, che diventano 13 nell’edizione giapponese (che poi, perché?) e ben 14 nell’edizione Target.

L’album è stato anticipato a settembre dall’uscita del singolo che dà il titolo all’album:

A distanza di due mesi è uscita Tell me it’s over, un invito a trovare la capacità di porre fine ad un rapporto sbagliato. Un pezzo malinconico e struggente con un intenso tappeto musicale.

L’album è arricchito da collaborazioni interessanti, una tra tutte quella dell’ex marito e frontman dei Nickelback Chad Kroeger nella traccia che chiude l’album: Warrior.

Segnatevi la data: 15 febbraio 2019, il ritorno di Avril Lavigne!

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: