Si è appena conclusa la prima edizione di Indimenticabile Festival al Bologna Sonic Park, presso l’Arena Joe Strummer. Il 12 e il 13 luglio 2019 li abbiamo passati in compagnia di grandi artisti in prestigiose line up, due giornate ovviamente caratterizzate dall’indie, ma con sfumature diverse: la prima più rock/cantautorale, la seconda più hip-hop.

L’Arena Joe Strummer è sicuramente un posto meraviglioso per ogni tipo di evento. In questa occasione abbiamo particolarmente apprezzato l’attenzione a ridurre al minimo gli sprechi e la plastica in eccesso. Abbiamo già potuto chiacchierare di questo argomento con gli Eugenio in Via di Gioia nella puntata di Festival Passport dedicata a Indimenticabile.

Gli Eugeni sono stati protagonisti del primo giorno di Indimenticabile. Come sempre i loro concerti sono esuberanti e pieni di energia, ma per l’occasione il gruppo torinese ha voluto strafare: approfittando dell’immensa area a disposizione, il cantante torinese è sceso dal palco e ha cominciato a correre portandosi dietro centinaia di fan, fino in cima alla collina dell’Arena Joe Strummer. Lassù piccola sosta di mezzo minuto per qualche foto o selfie con i fan più atletici, poi discesa a mille all’ora e risalita sul palco. Vi consigliamo di cercare i video e le foto di questa prodezza atletica di Eugenio sulla pagina del gruppo!

Prima degli Eugenio in Via di Gioia, abbiamo ascoltato Cecco e Cipo, LE LARVE e Postino, tutti concerti molto apprezzati dal pubblico, che era composto da un eterogeneo mix di fan di tutti i gruppi.
Dalla terrazza Red Bull abbiamo potuto ammirare il panorama e scambiare qualche parola con gli artisti, presto vi faremo scoprire cosa ci hanno raccontato.

Dopo la già citata esibizione degli Eugenio in Via di Gioia è stato il turno degli Ex Otago, che hanno colpito con un concerto divertente e molto seguito dal pubblico. La serata si è conclusa con Gazzelle. L’artista romano non ha ormai bisogno di presentazioni e ha fatto cantare e ballare tutti con una scaletta che comprendeva tutti i suoi maggiori successi, come Sopra, Non Sei Tu e Meglio Così.

Il secondo giorno è stato caratterizzato da una line up molto più hip hop. I primi beat sono stati quelli di Puertonico e Masamasa. Il giovane artista casertano è già padrone del palco e del pubblico, ed è già considerato un fenomeno della scena street pop.
Dopo Ketama126 è stato il turno di Ghemon, che insieme ad una band molto energica ha riproposto i migliori brani di una ormai lunga carriera, con molte tracce da “Orchidee”, l’apprezzatissimo album del 2014, fino ai brani più recenti come la sanremese Rose Viola.

Importantissimi gli ultimi due nomi di questa brillante prima edizione di Indimenticabile: Coma_Cose e Gemitaiz. Entrambe le esibizioni sono state seguite molto calorosamente dal pubblico, che ha sfidato il vento minaccioso.
A questo punto non ci resta che ringraziare Libellula Music, l’organizzatore di Indimenticabile Festival, e darci appuntamento alle prossime edizioni!

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: