TravisScottFortnite

TravisScottFortnite

Nuove frontiere dei concerti: Travis Scott e 12 milioni di persone su Fortnite

Il rapper Travis Scott ha fatto un concerto all’interno del gioco online più utilizzato al mondo in questo momento e 12 milioni di persone hanno assistito al suo “live” su Fortnite.

In questo periodo abbiamo tutti pensato a come saranno i concerti nel prossimo futuro, ma quello che ha fatto Jacques Berman Webster II, 27enne rapper di Houston, conosciuto come Travis Scott ha qualcosa di surreale.

Per chi non lo sapesse Fortnite è un gioco online a cui partecipano circa 40 milioni di persone ogni mese. E’ un gioco sparatutto gratuito utilizzabile su qualsiasi tipo di piattaforma. Non sto a spiegarvelo troppo nei dettagli anche perché non ci ho mai giocato, ma ogni iscritto ha un suo avatar che può personalizzare. Gli avatar oltre a dover “far fuori” gli avversari devono salvarsi, collezionare armi e oggetti e sopratutto ballare. Ed è un gioco che offre interazione tra gli utenti che formano team e gruppi di gioco.

Travis Scott non è stato il primo a tentare un esperimento simile, ma di sicuro dato lo strano periodo che stiamo attraversando, quello che ha riscosso più successo. Un anno fa Mershmello ha fatto un live set di 10 minuti dentro Fortnite.

Il “live” di Travis Scott è stato seguito da circa 12 milioni di utenti, di gamer, avatar, che son poi comunque persone. Nell’ultima settimana gli utenti hanno visto un palco prendere forma su Sweaty Sands beach – luogo ovviamente virtuale – circondato da teste gonfiabili e fluttuanti dello stesso Travis Scott.

L’avatar di Scott è apparso a inizio concerto in versione gigante per poi trasformarsi anche in un cyborg. 15 minuti di live per un’esperienza unica nel suo genere. Un utente scrive “la cosa più incredibile è che una cosa del genere può avvenire solo in uno spazio virtuale”.

 

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: