INRI è casa mia

INRI è casa mia

INRI è casa mia. Primo aprile di concerti dal divano

Non è un pesce d’aprile, mercoledì dalle 19 in diretta su Facebook con Levante, Dardust, Margherita Vicario, Dente e Bianco.

#INRIècasamia, la storica etichetta discografica torinese celebra la nona festa di compleanno.

Anche se in realtà la storia di INRI nasce molto prima, nel 2003, da un’idea di Dade, Poldo e Paolo. Durante lo sgombero del Fenix decisero che sarebbe nato Istinti Non Ritenuti Idonei – INRI.

Per 8 anni però, a parte delle magliette nere con le scritte INRI, non successe nulla, dal 2011 è in piena attività.

C’è sicuramente un pò di ‘AntiAnti’ in INRI. E’ un luna-park dove sfogare gli istinti creativi che per ora avevo soffocato per mancanza di tempo. L’idea di base è quella di produrre realtà artistiche, in qualsiasi forma esse siano: musicisti, pittori, illustratori, videomaker, ballerini, cuochi, falegnami, disoccupati, perditempo, non importa! … L’importante è che abbiano qualcosa da esprimere, e che a noi piaccia cosa e come lo esprimono.” Raccontano gli AntiAnti, progetto di cui fa parte il bassista dei Linea 77, altra storica band sotto l’ala di INRI.

Quest’anno, un po’ per per fare una cosa innovativa, ma soprattutto per seguire l’iniziativa #iosuonodacasa, il compleanno si svolgerà su Facebook.
Mercoledì 1 aprile dalle 19.00, comodamente dal divano di casa vostra (o se preferite dal cesso o in qualsiasi altra stanza!). In diretta sulla pagina Facebook INRI.

“Pensate solo a farvi trovare davanti a smartphone, pc, mac e qualunque diavoleria in grado di streammare una diretta Facebook. Potete portare chi volete, ditelo dunque a tutti i vostri amici e nemici.
Da bere lo portate voi, alcolico o analcolico!

La scaletta prevede: Margherita Vicario, Levante, Dardust, Dente e Bianco.

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: