Andrea_Poggio_Seduto

Un disco da ascoltare “Controluce”: esordio di Andrea Poggio

La prima volta che abbiamo sentito Andrea Poggio dal vivo è stato in apertura ad un altro artista di spicco della scena musicale contemporanea in Italia. Ad aprire il live di Colapesce c’era proprio lui, Andrea Poggio, con l’immancabile mise sobria e un po’ retrò. Un’elemento che, assieme alla voce particolare ed elettrica, ma al contempo calma, lo avvicina molto al maestro Franco Battiato.

Già in campo musicale con il gruppo di tendenze folk rock Green Like July, Poggio si presenta ora con il suo progetto in solitaria. Il disco, Controluce, è stato prodotto da La Tempesta e anticipato da Fantasmi d’amore e dal video di Miraggi Metropolitani.

Proprio come aveva fatto con i tre dischi dei Green Like July, l’avvocato alessandrino si dedica alla ricerca sperimentale e particolare anche in Controluce. Una volontaria ed ammaliante tendenza all’accanimento creativo che porta, nelle nove tracce di questo primo album, ad una commistione di ingredienti molto poco mainstream.

La carriera solista di Andrea Poggio prende il via nel 2014, dopo la fine del percorso precedente dove allo stesso modo creava brani per una nicchia, quelli amanti della tradizione musicale americana. Con il nuovo percorso cambia la lingua, questa volta italiana, ma non il respiro internazionale: dall’elettronicità alla sperimentazione sintetica, moduli fatti di ripetitività e arrangiamenti ridotti magistralmente all’osso, Poggio non dimentica di inserire richiami al pop e alla tradizione italiana. Il risultato è un disco spesso, multilivello, nel quale si riescono a visualizzare il passato e il presente della sua musica. L’originalità dell’identità musicale di questo nuovo cantautore lo rende riconoscibile già in Miraggi Metropolitani, ma anche nelle otto restanti tracce di Controluce: Vento d’Africa e Addormentarsi, L’autostrada e I Turisti, per fare alcuni esempi, danno grande circolarità all’ascolto dell’album.

Ad accompagnare l’uscita di Controluce, Andrea Poggio si esibirà in diverse tappe nel tour omonimo:

11-04-2018 PADOVA – Sala dei Giganti, Palazzo Liviano (w/ Erlend Øye)
12-04-2018 BOLOGNA – Estragon (w/ Baustelle)
13-04-2018 FONTANETO D’AGOGNA (NO) – Phenomenon (w/ Baustelle)
14-04-2018 MILANO – Ohibò
19-04-2018 ROMA – Atlantico (w/ Baustelle)
20-04-2018 RAVENNA – Bronson (w/ Jonathan Wilson)
24-04-2018 TORINO – Teatro Colosseo (w/ Brunori Sas)
26-04-2018 REGGIO EMILIA – Teatro Valli (w/ Brunori Sas)
27-04-2018 PADOVA – Gran Teatro Geox (w/ Baustelle)
11-05-2018 VIGEVANO (PV) – Laroom
18-05-2018 ASTI – Diavolo Rosso

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: