Genova pronta ad accendersi: Supernova Festival 2017

Il capoluogo ligure conferma per il terzo anno l’appuntamento con la musica. Dopo le fortunate prime edizioni c’è fermento per la terza versione di Supernova Festival. Sono bastati pochissimi appuntamenti per fare di questo evento uno dei più gettonati per gli amanti della musica indiependente. Rigorosamente made in Italy.

Nel 2017 aumentano le giornate di musica, il numero degli artisti e l’affluenza. A poche settimane dall’inizio del festival i biglietti sono stati venduti in quantità abnormi, grazie anche agli early bird e agli abbonamenti. Perchè piace Supernova festival? La tematica del cartellone non è completamente originale: si tratta di una rassegna di sola musica italiana, catalogata nel grande calderone dell’indie. Quello che risulta interessante è la commistione di serate ben strutturate, come un cocktail  ben fatto. Guardando il programma, dopo una serata di anteprima registrata il 12 aprile, si inizia con la data del 22 aprile. Ad aprire l’edizione 2017 sul palco i Deproducers. Il collettivo musicale è composto da Vittorio Cosma, Riccardo Sinigallia, Gianni Maroccolo e Max Casacci. La tappa genovese fa parte del tour del loro nuovo progetto: “Botanique”. Con un dialogo continuo di chitarra, tastiere e basso, si da voce alla natura e ai suoni del mondo vegetale. Forse la serata più attesa è il 23, domenica, quando i cancelli si aprono su Giorgio Poi, Gomma, Le luci della Centrale elettrica che presenteranno il nuovo album, “Terra”. A concludere la seconda giornata Giorginess e i Ministri, nell’insolita veste di dj. Per chi decide di passare il ponte nella splendida città portuale il 24 si prevede un lunedì musicale con Brunori sas che ci rassicura con il nuovo album: “A casa tutto bene”. Nella stessa giornata la nuova sorpresa bergamasca del gruppo Pinguini tattici Nucleari, Canova e Orelle. Si chiude con la quarta giornata di musica costruita direttamente con i materiali pesanti. Sul palco il 25 aprile i Fast animals and slow kids e il management del dolore post operatorio. Sotto il palco, noi a pogare e sudare.

I biglietti sono disponibili on line, o anche per chi arriva all’ultimo, in loco. Ad un prezzo più che accessibile ci si aggiudica un mix di concerti non indifferenti.

E anche per quest’anno la stella di Supernova si spegne sul porto vecchio.  Lo staff di Supernova festival, progetto di habanero edizioni, promette però sorprese. Per l’estate è stato annunciato un evento ancora segreto. Attendiamo maggiori informazioni e intanto andiamo a Genova.

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: