Donne che han cambiato il mondo attraverso la musica

Fa molto cliché scrivere un articolo sulle donne nella musica l’8 marzo ma è un giusto pretesto per rendere omaggio ad alcune delle più grandi artiste che abbiano mai popolato questo pianeta.

Comincerò con Tracy Chapman, una delle voci più belle e forti mai sentite. Nasce a Cleveland nel 1964, ha pubblicato 10 album, di cui l’ultimo nel 2008 si intitola Our Bright Future. Le sue canzoni parlano di giustizia, libertà, diritti umani e rivoluzione. In tutti i suoi lavori scaturisce un vivido quadro di povertà (economica o morale) della società americana nei confronti del popolo afro.

 

Patti Smith, all’anagrafe Patricia Lee Smith, la sacerdotessa del rock. Nasce a Chicago nel 1946 ed ha all’attivo 11 album, l’ultimo del 2012. Carismatica all’inverosimile, poetica, potente e rabbiosa. Nel 1979 aveva annunciato il ritiro dalle scene, si era sposata e avuto due figli. Nel 1988 pubblica un disco gradevole ma sospeso a mezz’aria: Dream of Life. L’album contiene People Have The Power, una delle sue maggiori hit, che diverrà un vero e proprio inno alla libertà e alla democrazia. Negli anni ’90 varie tragedie colpiscono la sua vita, lei esorcizzerà il tutto continuando a cantare.

Janis Joplin, nata nel 1943 e morta di overdose a 27 anni. Una carriera breve ma molto intensa, piena di eversione e attacchi al sistema. Condivise apertamente l’ideale Peace & Love che caratterizzò il movimento hippy: partecipò con altri cantanti e gruppi musicali al Festival di Woodstock e al concerto in memoria di Martin Luther King. Lo stile emancipato della Joplin fu votato alla difesa dell’uguaglianza fra bianchi e neri.

Un po’ più recente, scomparsa nel 2018, è Dolores O’Riordan, voce, chitarra e compositrice dei Cranberries. Oltre al grande successo con la band irlandese, collaborò anche con vari musicisti italiani, Pavarotti, Negramaro, Zucchero e nel 2007 pubblicò un album solista dal titolo Are you listening? Nell’album è presente anche questa Balck Widow, canzone dedicata alla suocera morta di tumore. Dolores morirà nel 2018 per lo stesso incurabile male.

Joan Jett. Joan Marie Larkin nasce nel 1958 a Filadelfia ed è cantante, chitarrista, bassitsa, compositrice e produttrice discografica. La carriera di Joan Jett ebbe inizio nel 1975 quando fondò le Runaways, una rock band femminile gestita dal manager Kim Fowley, il quale lanciò le cinque ragazze verso il successo internazionale. La Jett in particolare venne conosciuta grazie al successo globale ottenuto dalla hit I Love Rock ‘n’ Roll, cover dei The Arrows. Ha all’attivo 11 album da solista, 3 album con le Raunaways, un album con gli Evil Stig e una serie di altri album, raccolte, progetti.

Madonna. E’ innegabile l’importanza di Madonna Louise Veronica Ciccone nel mondo della musica. Icona pop, capace di scuotere le masse con le sue provocazioni e la sua trasgressione, alla faccia di perbenisti e benpensanti. Nasce nel 1958 nel Michigan ed ha all’attivo 14 album, l’ultimo è del 2019: Madame X. Ha cambiato il modo di fare musica pop, per questo è definita la Regina del pop.

«Parlare sempre in modo aperto, esprimere sempre le proprie opinioni, lottare contro la discriminazione e la bigotteria, dire cose che non piacciono, andare contro le convenzioni, è sempre stato difficile e continua a esserlo, come potete immaginare. Ma per me è l’unico modo in cui un’artista può esprimersi davvero.»

Sulle stesse orme, capace di rompere di nuovo gli schemi, è Lady Gaga. Stefani Joanne Angelina Germanotta è nata a New York nel 1986. Artista camaleontica, conosciuta per i modi eccentrici e stravaganti, Lady Gaga si è imposta da subito nel panorama musicale tanto per il suo essere provocatoria quanto per le qualità delle sue performance live; in molti, infatti, l’hanno definita una delle migliori interpreti pop del XXI secolo. Lady Gaga è da sempre molto vicina alla comunità LGBT e ai temi ad essa legati, ed è considerata una delle maggiori icone gay della storia oltre ad essere molto vicina a temi sociali come il cyberbullismo ed ogni forma di discriminazione.

Lady Gaga è strenua sostenitrice del partito democratico americano ed ha protestato contro la vittoria di Trump. E’ nota anche per il suo abbigliamento a dir poco estroso e fuori da ogni schema.

Anche in Italia abbiamo avuto donne carismatiche importanti, come Mia Martini. Domenica Rita Adriana Bertè, sorella di Loredana, nasce a Bagnara Calabra nel 1947 e muore nel 1995.

L’importante è buttare i ricordi alle proprie spalle. Io l’ho fatto con un disco, un 33 giri intitolato Oltre la collina nel quale ho praticamente messo tutta me stessa, tutto il mio passato. Nella canzone “Padre davvero” c’è anche mio padre, che se ne andò di casa un giorno, vent’anni fa, e che da allora non abbiamo più rivisto. Ho saputo incidentalmente che abita a Milano e insegna in un liceo. C’è anche la mia esperienza con gli hippy ad Ibiza, in Spagna e a Katmandu, nel Nepal, in Oriente. Una vita avventurosa, imprevedibile, soprattutto sofferta.”

Considerata portatrice di iella passò momenti molto difficile, abbandonò le scene per anni, tornò con Almeno tu nell’universo, il suo brano più celebre. Morì sola nel suo appartamento in provincia di Varese in seguito ad overdose di cocaina, molte ombre sono rimaste sulla sua morte.

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: