sotto-il-cielo-di-fred-buscaglione-premio

Nel 2018 Sotto il cielo di Fred è a Milano e Bologna

Ah, i bei tempi in cui bevendo un buon whisky si fischiettavano i successi del vecchio Fred…non stavamo parlando di quello?! Giusto, no, che sbadati…è il periodo dell’anno in cui si attendono le prime notizie dal concorso che ha premiato musicisti che sono poi entrati nei nostri cuori. O nelle nostre playlist. Sotto il cielo di Fred è pronto per il riscaldamento: sul palco, 14 band si sfideranno pacificamente per accaparrarsi il premio Buscaglione 2018!

premio buscaglione

La prima edizione di questo contest musicale è datata 2010, ma il successo del format non si è fatto attendere, soprattutto grazie a vincitori più che azzeccati: Eugenio in Via di Gioia, Lo stato Sociale e Blindur, Matteo Fiorino per fare alcuni nomi. Insomma, l’obiettivo di trovare The Next Big Thing è stato sempre azzeccato. Quest’anno dopo la prima scrematura popolare degli oltre 400 musicisti che si sono proposti si svolgeranno le semifinali itineranti: a Milano il 19 gennaio, al Serraglio, e il giorno successivo, il 20 gennaio, al Locomotiv di Bologna. Tra gli artisti selezionati si esibiranno Effenberg, Est-Egò, Le lingue sciolte, La notte, Malmö, Marquez, Yosh Whale, appuntati per la serata milanese. Attesa di 24 ore per assistere invece ai live di Il Branco, Liede, Calavera, Montone, Noon, Sarah Stride e la band Via delle Indecisioni nel bolognese Locomotiv.

Ricchi premi e cotillon per i partecipanti, che si sfidano per un Primo premio di 3.000 euro e un tour in 9 festival partner dell’evento, il Premio della Critica di 1.500 euro e un tour in 9 festival partner dell’evento, oltre a Premio Tempesta Dischi che permetterà ad un finalista di essere inserito nella compilation dell’etichetta e il Premio Sold Out: l’apertura di una data de Lo Stato Sociale o The Zen Circus in collaborazione con Antenna Music Factory e Locusta. Tra tutti i partecipanti però c’è una sorta di premio di partecipazione: 40 selezionati si potranno esibire alla Notte Rossa Barbera il 10 marzo. 40 band per 10 ristoranti disseminati tra Torino, Bra e Alba che faranno da palcoscenico ai live.

Attentissima la giuria composta da Nicola Baronti (Phonarchia), Alberto Bianco (in arte Bianco), Gabriele Concas (The Sweet Life Society), Ilaria Del Boca(L’Indiependente), Paolo Di Gioia (Eugenio in Via di Gioia), Gigi Giancursi (Linda & The Greenman), Marcello Giangualano (Radio Ohm), Claudio Gorlier (Tanaro Libera Tutti), Francesco Locane (Mucchio Selvaggio), Rocco Panetta (Chitarrista Eugenio Rodondi), Salvatore Perri (Apolide), Roberto Sburlati (Libellula Music), Gerardo Valentini(Morborock) e Giorgio Valletta (Rumore).

Translate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: